12 January 2017

Come cambia il retail nell’era digitale: la realtà virtuale

L’era digitale promette di mettere fine alle code fuori dai camerini, alle mani protese dalle tendine pregando la commessa di sostituire la taglia e ai mariti annoiati in attesa delle mogli o, peggio ancora, riottosi nel provarsi capi di abbigliamento.

La realtà aumentata e l’evoluzione degli specchi virtuali sono diventati da suggestioni fantascientifiche a prospettive di breve periodo.

Gli specchi virtuali, sofisticati touch screen, consentono di inserire i propri dati corporei e visualizzare su avatar i capi selezionati in pochi secondi.

Non solo, i dati raccolti dal punto vendita e, in seguito, codificati aiuteranno a censire al meglio la propria clientela assicurandole un assortimento sempre in linea con i loro gusti e con le giuste taglie.

Ma alcuni colossi del retail vanno oltre, come GAP che annuncia il lancio di DressingRoom, una nuova app presentata all’ultima edizione del Consumer Electronics Show di las Vegas attraverso la quale i clienti potranno sperimentare l’evoluzione della realtà aumentata.

Inserendo i parametri relativi alla propria tipologia di corporatura e selezionando il capo, la APP consentirà di visualizzare un modello virtuale e di procedere con l’eventuale acquisto con un solo click.

Sono già presenti soluzioni più personalizzate e più vicine a chi preferisce toccare i capi e recarsi fisicamente presso i punti vendita. Ad esempio la società tedesca Human Solutions ha ideato un sistema interconesso di body scanner e virtual mirror. Il cliente viene scansionato in meno di 3 secondi e grazie ad un sofisticato software viene creato uno “scanatar” (un modello virtuale personalizzato del cliente). Il virtual mirror consente poi di individuare la taglia più idonea e provare virtualmente numerosi modelli in pochi minuti.

La realtà virtuale non è un gioco o una moda passeggera, è un cambiamento sostanziale che segnerà un punto di svolta nella interazione tra i clienti e i grandi brands.

Oggi la realtà virtuale è uno strumento di lavoro già presente negli uffici stile di molti brands grazie alla sua capacità di dare una visione a 360 gradi dei modelli in fase di progettazione ancora prima di giungere alla prototipia, riducendo costi e tempi.

Area Espositori